24

Ott
2019

CAPODANNO A BARCELLONA: Consigli utili

Posted By : Carmine Piantedosi/ 79 0

1. Clima

Fa abbastanza freddino. Sicuramente ci sarà da coprirsi bene, anche se di solito non si scende sotto i 5 gradi. Diciamo che c’è un clima simile a quello di Roma.

2. La tradizione delle campanadas

Il capodanno a Barcellona fa rima con campanadas o las doce uvas, letteralmente dodici chicchi di uva. Durante la nochevieja, ovvero l’ultimo giorno dell’anno, la tradizione spagnola vuole che si lasci l’anno vecchio entrando in quello nuovo mangiando dodici chicchi di uva al ritmo dei dodici rintocchi di campana che precedono la mezzanotte del 31 dicembre. Munitevi di un grappolo di uva da tavola, bianca e succosa, e preparatevi al countdown che vi separa dal 2019… e che la vostra sia una mezzanotte fino all’ultimo colpo d’acino!

3. Una magica passeggiata sulla Rambla

Un classico senza tempo a Barcellona, in ogni giorno dell’anno e che non stanca mai cittadini e turisti, è una bella passeggiata sulla Rambla, il lungo viale di un chilometro e quattrocento metri che collega Plaça de Catalunya con il Porto Antico (Port Vell), e che regala attimi di magia, tra danzatori, artisti di strada, pittori e giocolieri.

4. Sagrada Familia

La visita alla Sagrada Familia è d’obbligo. Questa incredibile basilica è stata consacrata da pochi anni ed i lavori all’interno sono stati conclusi.

La prima pietra fu posata il 19 Marzo del 1882 per volontà dell’Associazione Spirituale dei devoti di San José che assegnò l’incarico della sua costruzione a Francisco de Paula del Villar y Lozano. I cattivi rapporti tra l’Associazione e l’architetto portarono poco dopo il progetto nelle mani di Antoni Gaudí.

Il Maestro Gaudí dedicò alla Sagrada Familia 42 anni della sua vita di cui 12 in via esclusiva.

Una delle più famose frasi dell’architetto è: “nulla è arte se non proviene dalla natura”. Le grandi colonne che sostengono l’intera struttura della chiesa sono infatti state progettate per richiamare la struttura dei tronchi degli alberi; i rami di questi speciali arbusti sono gli elementi architettonici che sostengono la volta. Le colonne, come in molte altre costruzioni di Gaudí, sono inclinate ad amplificare maggiormente il richiamo naturalistico.

5. Oggetto d’oro

Mettere un anello o qualsiasi piccolo oggetto d’oro nel calice di spumante per brindare

6. Locali notturni e feste in club

Sono moltissimi i locali in città, che organizzano party e serate speciali per festeggiare l’anno nuovo fino al mattino seguente, in particolare i localini del Barrio Gotico, le discoteche di Avinguda del Tibidabo e Avinguda Diagonal e i grandi club di Port Olimpic. In genere si inizia dopo la mezzanotte.

Il Razzamatazz è la più grande discoteca di Barcellona. Al suo interno ha ben 5 sale che sono più che altro 5 diverse discoteche, ognuna con il proprio genere musicale. Il Razzmatazz è famoso a livello internazionale e ospita tanti turisti tutto l’anno, Capodanno compreso.

Il bello di questo locale è che potrete girare tra le sue 5 sale in cerca del genere musicale che amate di più: accontenta proprio tutti! L’ideale se volete trascorrere il Capodanno con gli amici e avete gusti diversi.

Lascia il tuo commento

Per favore inserisci commento.
Inserisci il tuo nome.
Inserisci il tuo indirizzo email.
Inserisci un indirizzo email valido.