I luoghi delle fiction cinematografiche ambientate a Napoli

Data di Partenza

Giornaliero

Durata

2 ore e mezza

Visualizzazioni

69

Numero posti

25

I luoghi delle fiction cinematografiche ambientate a Napoli

Tour 2 ore e mezza minimo 2 persone

Continuano le nostre passeggiate tra storia, aneddoti, leggende, e fatti realmente accaduti all’interno delle antiche mura aragonesi, alla riscoperta di luoghi simbolo della storia di Napoli. Il nostro tour inizia dalla chiesa di San Giorgio Maggiore con la visione e spiegazione della stessa nonché del dipinto nascosto di Aniello Falcone. Proseguiremo poi alla volta del complesso monumentale di Santa Maria della Pace in via Tribunali, un tempo dimora quattrocentesca di Sergiannni Caracciolo Gran Siniscalco del Regno di Giovanna II di Durazzo.

Ci addentreremo nei maestosi chiostri dell’ex dimora trasformato poi dal 1587 fino agli anni sessanta in Ospedale retto dai Frati Ospedalieri di San Giovanni di DIO.
Visiteremo la famosa sala affrescata del Lazzaretto del XVII secolo che ospitava e curava gli appestati durante la peste del 1647 e 1656 e sede di uno dei ciak cinematografici della fiction RAI 1 del 2007 “Giuseppe Moscati” protagonista Beppe Fiorello.

Proseguendo poi alla volta del quartiere di Forcella a pochi metri da ciò che resta degli antichi ruderi di Porta Furcillensis conosciuta in gergo popolare con l’appellativo “o cipp a furcella” ossia la porta di accesso alla città dal sedile di Forcella, lungo la strada a forma di Y che ne contraddistingue lo sviluppo urbano dove, in epoca greco-romana vide il proliferarsi di scuole pitagoriche e delle dottrine esoteriche connesse e di cui spiegheremo la storia, giungeremo davanti l’antico monastero di Sant’Arcangelo a Baiano ridotto ormai ad un fatiscente rudere, tra le cui mura dimorarono Maria D’Angiò figlia di Roberto e Maria D’Aquino meglio conosciuta con l’appellativo di Fiammetta, amata dal Boccaccio che nomina il plesso ecclesiastico anche in un sonetto del Filocolo.

Oltre che illustrare seppure esternamente, la storia del complesso le cui origini, secondo alcune cronache sembrano risalenti addirittura al VI sec D.C., ci soffermeremo soprattutto sulla biografia di alcune giovani monache, cinque rampolle della nobiltà napoletana del XVI sec Giulia Caracciolo, Chiara Frezza, Eufrasia d’Alessandro, Agnese Arcamone strappate alla gioie della vita poco più che adolescenti, da potestà genitoriale come era allora usanza tra nobili e costrette a condurre una esistenza austera fatta esclusivamente di preghiere e meditazioni e che dimorarono il convento di Sant’Arcangelo a Baiano conducendo all’interno delle mura una vita tutt’altro che austera abbandonandosi a vizi lussuriosi praticando persino riti orgiastici con giovani della nobiltà partenopea e per questo condannate dal tribunale dell’Inquisizione ad orrende punizioni a causa della loro dissolutezza e che secondo alcune leggende popolari sembrerebbe che i loro fantasmi alberghino ancora tra le antiche fatiscenti mura del complesso monastico. Il tour si concluderà con un gustoso aperitivo e stuzzicherie in un noto bar di via Duomo.

Quota di partecipazione individuale: € 28,00

La quota si intende valida per un gruppo di minimo 15 partecipanti paganti. 

Richiedi l’offerta!

Book Tour

Tour NamePrice Per AdultPrice Per ChildAvailable SeatsDeparture DateDuration
I luoghi delle fiction cinematografiche ambientate a Napoli282025Anytime2 ore e mezza

Booking Information

NamePrice ( Adults/Children )Persons ( Adults/Children )QuantityTotal

SUMMARY

Subtotal0
Total0

Customer Information

*
First Name is required.
*
Last Name is required.
*
Number Phone is required.
*
Address is required.
Thank You. Your booking have received and booking number is

Chiedi al tuo consulente turistico

Per avere informazioni maggiori su questo tour rivolgiti a Francesco! Lunedì - Venerdì dalle 9.00 alle 13.30 e dalle 16.00 alle 19.00 Sabato dalle 9.30 alle 13.30
Francesco Spinosa

Francesco Spinosa

Amministratore e Direzione

Email

francesco@scooptravel.it

Ti potrebbero piacere anche